Le nostre attività

Nel corso degli anni i manifesti sono stati esposti nelle sedi più disparate, dalle sedi comunali a quelle scolastiche. Le mostre allestite nei locali delle scuole di ogni ordine e grado hanno permesso che gli allievi, sotto la guida degli insegnanti, realizzassero testi scritti, video, CD, disegni, manifesti e altro ancora.

Per esempio ogni anno, per oltre 10 anni, nella scuola media ''Panzini'' di Bologna sono stati esposti nei corridoi una serie di manifesti dell'Archivio del CDMPI. Ciò consentiva all'insegnante di avviare un discorso educativo sulla lettura e decodificazione del messaggio visivo, di questo particolare ma diffusissimo linguaggio mediatico. Nel corso dell'esame conclusivo del triennio ogni alunno poteva fornire prova del suo apprendimento utilizzando una delle cartoline,
edite dal CDMPI, con la riproduzione di un manifesto dell'Archivio.

Ancora, nel 2001, studenti dell'Istituto Tecnico Industriale di Budrio (BO) realizzavano un video sui manifesti. Nel 2003/2004, studenti delle medie superiori di Pisa realizzavano un CD e testi scritti di analisi e commento dei manifesti della mostra ''50 anni di pace sui muri d'Europa''. Sempre nel 2004 gli studenti della sezione grafico-industriale dell'Ist. Tecnico Industriale ''Corni'' di Modena realizzavano il loro primo volume ''Matite per la Pace'' utilizzando tavole di fumetti donate al CDMPI da quattro noti Autori italiani.

La mostra del 2000 ''50 anni di pace sui muri d'Europa'', e il libro-catalogo che l'accompagna, rappresenta, ancora oggi, l'iniziativa più importante della nostra storia. E' una mostra, itinerante, realizzata con il contributo del Comitato ''Bologna 2000'' sorto per celebrare, con una miriade di iniziative, l'evento 'anno 2000' in cui Bologna rappresentava una delle 9 città europee della cultura, alla quale era stato affidato il tema della 'comunicazione'. Su questo tema ci eravamo messi al lavoro fin dal 1998, selezionando 100 manifesti da un archivio che allora ne conteneva quasi 2000.

Nel corso degli anni successivi, e con una cadenza al massimo biennale, si sono estratti dall’archivio i manifesti più significativi utili ad illustrare un determinato argomento e si sono così create delle mini raccolte di manifesti per ogni tema prescelto in modo da disporre di “pacchetti” di manifesti da presentare al pubblico (v. la sezione “Le nostre mostre tematiche”).

La nostra attività non si è limitata, naturalmente, alla raccolta e gestione  di manifesti, ovvero alla progettazione e allestimento di mostre, ma ha riguardato anche la partecipazione e sostegno a campagne e iniziative di carattere pacifista, disarmista e nonviolento, la divulgazione – con articoli e testi ad hoc – delle idee e riflessioni maturate attraverso la lettura e analisi dei manifesti, il supporto dato a ricercatori e studiosi nella consultazione del materiale cartaceo disponibile, etc.

Per una maggiore comprensione di quanto fatto nel corso del tempo si rinvia al testo riportato in questa stessa sezione sotto il titolo "Le nostre attività del passato". Di seguito si descrive sinteticamente l’attività svolta l’anno scorso (e al termine"Le nostre attività del passato") .

Nel corso del 2016

A Gennaio partecipazione alla 1.a Marcia per la Pace di Capodanno a Bologna, organizzata da un numeroso gruppo di associazioni locali, tra cui il CDMPI.
Preparazione di una mostra di 22 manifesti sul tema dell’immigrazione per la sezione fiorentina del Centro Studi Difesa Civile-CSDC.

A Febbraio laboratorio sui manifesti con due gruppi di studenti di una terza classe del Liceo ‘L.Da Vinci’ di Casalecchio di Reno. Il lavoro si è incentrato su tre attività: a) lettura e interpretazione dei manifesti; b) lavoro di scannerizzazione dei manifesti; c) preparazione di una mostra di 30 manifesti sul tema dell’immigrazione.

A Marzo a Bentivoglio: partecipazione con alcuni manifesti alla celebrazione del 40.o anniversario del Coro delle Mondine presso il Centro culturale TE-ZE.

Ad Aprile concorso alla costituzione dell’intergruppo provinciale ‘Il Portico della Pace’, nato dall’esperienza della Marcia del 1 gennaio.
Assistenza ad una laureanda in Scienze Politiche (all’Università di Roma Tre), relativamente al reperimento di fonti per la preparazione della sua tesi di laurea sul tema “Movimenti femminili e installazione degli euromissili (1979-89)”. Inoltre supporto ad una dottoranda in ‘Museologia e amministrazione della memoria alla Facoltà di Scienze umane e sociali dell’Università di Zagabria nella realizzazione della sua tesi sul tema “ Mostra di manifesti: ‘come creare una galleria digitale di manifesti sulla pace?’

A giugno-luglio, il 2 giugno, presenza con un tavolo alla manifestazione promossa dal “Portico della Pace” in Piazza XX Settembre a Bologna.  Partecipazione del Presidente onorario del CDMPI (Vittorio Pallotti) dal 30 giugno al 8 luglio ai lavori per il rilancio, a Comiso, dell’esperienza della ‘Verde Vigna’, un podere acquistato da un migliaio di pacifisti per contrastare l’ampliamento della base missilistica. Per tutto il tempo dei lavori viene esposta nella sala di un palazzo storico nel centro di Comiso, una mostra di 35 manifesti della Raccolta della Filanda sulle lotte contro i missili negli anni '80.

A Settembre alla ‘Galleria del Carbone’ di Ferrara viene organizzata una piccola mostra  di manifesti.

A Ottobre partecipazione alla Marcia per la Pace ‘Perugia-Assisi’ con l’allestimento di un tavolo a S. Maria degli Angeli.
Vengono selezionati 15 manifesti per iniziative nelle scuole di Bologna e provincia da parte delle ‘Donne in Nero’.

A Novembre in occasione dell’intervento alla ‘Filanda’ dell’ex-ministro Kienge, il CDMPI organizza una mini-mostra di manifesti sul tema dell’immigrazione.

A Dicembre il CDMPI partecipa, con Pax Christi e altre associazioni, alla preparazione e accoglienza della 49.a Marcia Nazionale di Capodanno ai Giardini Margherita il 31 dicembre 2016.

Nel corso dell’anno Vittorio Pallotti partecipa a vari eventi presentando il suo ultimo libro “Manifesti raccontano….le molte vie per chiudere con la guerra”.

LE NOSTRE ATTIVITA' DEL PASSATO

Le mostre prima del 2000

- a Bologna nel palazzo comunale (Palazzo d'Accursio) nel 1985 e a Palazzo Re Enzo nel 86 e 87;
- a Massalombarda (RA) nel 1991, dove una mostra viene allestita in una bella chiesa barocca sconsacrata e ristrutturata. A cura dei grafici Marco Lega e Antonio Tabanelli vengono selezionati 80 manifesti particolarmente significativi dal punto di vista grafico ed estetico;
- a Pavullo (MO) nel 1993, dove per iniziativa del Comune, viene allestita in Palazzo Ducale una grande mostra di manifesti e, attorno ad essa, vengono organizzate molte iniziative sui temi della pace che vedono protagoniste molte scolaresche di Pavullo e dintorni (il tutto viene chiamato ''Anni di pace”);
- in 5 centri delle province di Bologna e Modena nel 1996-97, dove con il contributo della Regione Emilia Romagna viene realizzato, in collaborazione con la cooperativa ''Gruppo Libero Teatro'' di Bologna, ''Il seme della pace'', una serie di iniziative (mostre, conferenze, stage teatrali per le scuole, recital) svoltesi nell'arco di alcuni mesi;
- a Catania nel Febbraio 2000, dove in collaborazione con l'associazione locale ''Stop the war'' viene organizzata, nell'ambito di una ricchissima serie di iniziative denominata ''Verso la biennale della nonviolenza'', la più grande esposizione di manifesti mai realizzata dal Centro: ''Fortezze di pace''. 480 manifesti dislocati su sette esposizioni fra loro integrate, in altrettanti centri della provincia di Catania (capoluogo compreso). Ciascuna esposizione era allestita all'interno di una fortezza normanna o di un carcere borbonico.
- a Castel S.Pietro Terme (BO) e a Budrio (BO) nella primavera del 2000 dove, in collaborazione con i rispettivi Comuni, viene esposta in anteprima nazionale la mostra “50 anni di pace sui muri d'Europa”.

Le mostre dopo il 2000

La mostra “50 anni di pace sui muri d'Europa”, la pubblicità che l'ha accompagnata e la presentazione che ne è stata fatta sul web, hanno consentito al CDMPI di acquisire una maggiore notorietà. Si sono intensificate negli anni le richieste della mostra e le richieste di allestimento di altre mostre di carattere tematico, nonché gli inviti a contribuire alla realizzazione di iniziative sui temi della pace, del disarmo, dell'educazione alla pace e alla nonviolenza.
Dell'intera mole di attività svolta si riportano di seguito, per sommi capi e in ordine cronologico, gli elementi salienti.

Nel corso del 2001

A novembre/dicembre allestimento della mostra ''50 anni di pace sui muri d'Europa” in occasione della inaugurazione della Casa della solidarietà “A.Dubcek” di Casalecchio di Reno (BO).

Nel corso del 2002

A gennaio concorso, con alcuni manifesti sull'obiezione di coscienza alle spese militari, alla realizzazione di una mostra a Carpi (MO) sui temi della guerra e della pace.

A dicembre 2002 allestimento della mostra ''50 anni di pace sui muri d'Europa”
nella sala consiliare del Comune di Pisa.

Nel corso del 2003

A febbraio esposizione della mostra ''50 anni di pace sui muri d'Europa'' a Viareggio.
Su invito della Fondazione del Carnevale la mostra viene ospitata, per tutta la durata del periodo carnevalizio, in una sala della nuovissima ''Città del Carnevale''
(ove vengono allestiti i carri allegorici per le tradizionali sfilate).
La mostra è visitata, e commentata con disegni, dagli alunni di molte scuole.
Successivamente la mostra è allestita a Milano (richiesta dal Tavolo contro la guerra)
e a Foggia ( richiesta dal Liceo Scientifico ''A. Volta'').

Esposizione della mostra ''Il seme della pace'' presso il Circolo Sardegna di Bologna,
accompagnata da un ciclo di incontri-dibattiti sui temi:
''Educare alla pace''
''Obiezione di Coscienza, Servizio Civile e volontariato sociale''
''La nonviolenza nelle manifestazioni di piazza e di strada''
''Azioni nonviolente e difesa popolare nonviolenta''.

Esposizione di 100 manifesti pacifisti alla Facoltà di Scienze Politiche di Bologna,
curata dagli stessi studenti.

A novembre esposizione di 50 manifesti sul tema ''Il seme della nonviolenza'' alla Casa della Solidarietà ''A. Dubcek'' di Casalecchio di Reno (BO), in collaborazione con l'Associazione ''Percorsi di pace'' , corredata di pannelli esplicativi e schede-guida per insegnanti e studenti.

Esposizione di manifesti sul tema ''Pace e Costituzione'' a Imola (BO), a cura del locale ''Comitato spontaneo per la pace'', accompagnata da un ciclo di conferenze.

Nel corso del 2004

Traduzione dall'inglese dei testi della mostra ''Campioni di pace - i primi 100 anni del Premio Nobel per la Pace'', curata dal Museo per la Pace di Bradford (GB) e allestita presso la Casa della Solidarietà a Casalecchio di Reno (BO), per la prima volta in Italia, nel febbraio 2004, a cura di ''Percorsi di Pace'' e del CDMPI. Preparazione di un dossier per gli insegnanti e gli alunni in visita alla mostra. Successivamente esposizione della mostra a S. Lazzaro di Savena (BO), presso l'Istituto d'Istruzione Superiore ''E. Mattei''.

Ad aprile collaborazione con il Comitato di gestione delle biblioteche di Pianoro (BO)
ai fini dell' allestimento nei locali della ex-Fornace di Rastignano della mostra ''50 anni di pace sui muri d'Europa''.

Nel periodo aprile maggio allestimento di alcune mostre a Monzuno (BO) e a Crespellano (BO) su varie tematiche, tra cui ''Resistenza e pace'' e ''Costituzione e pace''.
A Ozzano dell'Emilia (BO), per la prima volta, sono esposti manifesti della sezione ''H'' (Ecologia - Pace - Ambiente).

Contatti con il museo per la pace ''Piccoli Martiri di Gorla'' e con la Società Umanitaria, ambedue di Milano, per l'allestimento delle mostre ''Campioni di pace'' e ''50 anni di pace sui muri d'Europa''.

Collaborazione con l'”Assemblea permanente per la pace contro la guerra” di L'Aquila per l'organizzazione della giornata dedicata all'editoria alternativa (20 giugno), attraverso la fornitura di pubblicazioni del CDMPI.

Contatti con il Comitato ARCI di Verona per l'allestimento della mostra ''50 anni di pace sui muri d'Europa”.

Collaborazione con il Comitato ''Zocca per la Pace'' e il Comune di Zocca (MO) con la fornitura di alcuni manifesti dell'archivio CDMPI in occasione della Giornata della Memoria.

Collaborazione con l'ITIS ''Corni'' di Modena e con il Comune di Modena per la realizzazione della mostra ''Matite per la pace'', con disegni originali forniti dal nostro Centro.

A dicembre realizzazione della mostra ''Letteratura e pace'', allestita in occasione dell'inaugurazione della ''Casa della Conoscenza'' di Casalecchio di Reno (BO) che ospita la nuova biblioteca comunale e un centro culturale multimediale.

Nel corso del 2005

A Febbraio esposizione della mostra ''Il seme della nonviolenza'' nella sede del Comune di Pisa e, successivamente, per la prima volta nella storia del CDMPI, in un ipermercato COOP (dove il gradimento dimostrato dal pubblico è tanto grande quanto insperato).
Ad aprile la stessa mostra
viene esposta a Castel S. Pietro Terme (BO) nella locale scuola elementare.

Nell'estate 2005 collaborazione con l'associazione casalecchiese “Amici della ‘Primo Levi' “ per l'organizzazione di un'iniziativa collaterale alla “tre giorni” di eventi per l'inaugurazione della “Casa per la pace ‘La Filanda' di Casalecchio di Reno.

A luglio, in collaborazione con la Cooperativa “Coopetition” di Milano,
esposizione a Genova della mostra di manifesti “Resistenza – Costituzione – Pace”,
in occasione delle iniziative per il quarto anniversario della morte di Carlo Giuliani.
A settembre la stessa mostra viene esposta a Campagnola (RE),
su iniziativa dell'amministrazione comunale.

A settembre partecipazione del CDMPI alla marcia per la pace Perugia-Assisi con una sua militante, la pittrice Fiorella Manzini, che espone alla Rocca Maggiore, assieme ad altri artisti,
il trittico “Possiamo riuscirci” sul tema della sostenibilità ambientale
(l'opera viene dedicata alla prima donna africana Nobel per la Pace 2004,
la keniota Wangari Maathai).

Sempre a settembre, in occasione della Giornata mondiale dell'ONU contro la guerra (21 settembre), inaugurazione a Collegno (TO), a cura dell'amministrazione comunale, della mostra “50 anni di pace sui muri d'Europa: 1950-2000”, nell'ambito di una vasta gamma di iniziative per la pace che vedono coinvolte le scuole elementari e medie del Comune.

A Ottobre partecipazione del CDMPI alle iniziative della Tavola per la Pace della Provincia di Bologna attraverso una mostra organizzata dalla Biblioteca del Comune di Savigno (BO) sui temi della “Educazione alla pace” e “Culture di pace e culture di guerra” e una mostra di manifesti sull'Africa al Centro anziani “Costa” di V. Azzogardino a Bologna.

Nel corso del 2006

Nel periodo marzo/aprile esposizione della mostra di 50 manifesti “Per la pace: archivi, case, centri, laboratori, musei, scuole, università”, in occasione della inaugurazione della nuova sede del CDMPI presso la Casa per la pace “La Filanda” di Casalecchio di Reno (BO).
Nel contempo esposizione di 11 opere d'arte “Arte per la pace da Assisi”.

A maggio esposizione della mostra
“Per la pace: archivi, … “
presso il Chiostro ‘Aula Prodi' di S. Giovanni in Monte, Università di Bologna,
in occasione del Convegno internazionale
“Università e società civile: autonomia e responsabilità”.

A luglio allestimento della mostra “50 anni di pace sui muri d'Europa: 1950-2000” e di altri 100 manifesti su argomenti diversi ad Appignano del Tronto (AP), in collaborazione con un gruppo giovanile locale, il Comune di Appignano, la Provincia di Ascoli Piceno e la Regione Marche.

Ad agosto esposizione di una mostra di 20 manifesti appositamente selezionati in occasione del Concorso mondiale di fuochi d'artificio nel Comune di Valmontone (Roma).

A settembre allestimento della mostra “50 anni di pace sui muri d'Europa” nel Comune di Monteporzio (PU), a cura del Comune, della Provincia di Pesaro-Urbino e della Regione Marche.

A Ottobre allestimento della mostra “Arte povera dalle Isole Hawaii” (50 lavori artistici) presso la Casa per la pace ‘La Filanda' di Casalecchio di Reno (BO).

Nel corso del 2007

A Febbraio allestimento e esposizione della mostra“Ecologia, pace, ambiente”,
una raccolta di 50 manifesti su aria, acqua, ambiente e comportamenti responsabili,
presso la Casa per la pace “La Filanda” di Casalecchio di Reno (BO).

A Maggio allestimento della mostra "Ecologia-pace-ambiente" alla scuola elementare "Garibaldi" di Casalecchio di Reno.

Allestimento ed esposizione, presso la Sala Farnese di Palazzo d'Accursio del Comune di Bologna, della mostra "Armi nucleari e disarmo atomico". Questa mostra, integrata con altri manifesti, è stata esposta in autunno alla Casa per la Pace "La Filanda" di Casalecchio di Reno.

Nei mesi estivi la mostra, divisa in due parti, ha seguito la "Carovana contro la guerra nucleare" nei due rami in cui si suddivideva il percorso: Italia settentrionale e Italia meridionale.

In Autunno: la mostra "Letteratura e pace" viene esposta a Siena, a cura dell'Ufficio Cultura del Comune, in occasione delle celebrazioni in onore di Ambrogio Lorenzetti, pittore senese del 1300.

Nel corso del 2008

A Febbraio allestimento ed esposizione, alla Casa per la Pace "La Filanda" di Casalecchio di Reno, della mostra "Religioni per la pace", 60 manifesti suddivisi in 10 sezioni.

A Maggio il Comitato di "Calderara contro la guerra", in collaborazione con il CDMPI, ha realizzato una esposizione di parte dei manifesti della mostra "50 anni di pace sui muri d'Europa".

A Giugno è stato completato l'aggiornamento del catalogo dei manifesti dell'archivio che, alla fine del mese, comprendeva oltre 3500 esemplari.

A Settembre è iniziata la preparazione della mostra "Donne per la pace" e si sono avviati contatti con varie associazioni femminili per organizzare eventi culturali nel periodo di esposizione (dal 31 gennaio 2009 al 28 febbraio 2009) . Nel contempo si è cominciato a preparare l'opuscolo guida alla mostra.

A Ottobre è stata inaugurata al Museo per la pace di Norimberga la mostra "Testimonianze del Movimento per la pace degli anni Ottanta in Europa occidentale", realizzata attraverso una selezione di manifesti dell'archivio. La mostra resterà aperta fino al 31 gennaio 2009.

A dicembre, in occasione del 60° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'uomo, allestimento ed esposizione della mostra "Tutti i diritti umani per tutti", 35 manifesti suddivisi in 5 sezioni.

Nel corso del 2009

A febbraio, alla Casa per la Pace "La Filanda" è stata esposta la mostra "Donne per la pace", con 60 manifesti suddivisi in 9 sezioni.

Ad aprile, la Dott.ssa Birgitta Meier, del Museo per la Pace di Norimberga, ha presentato l'esperienza dell'allestimento nel suo museo della mostra di manifesti "I movimenti per la pace in Europa degli anni Ottanta", realizzata in gran parte con manifesti della nostra raccolta. La presentazione è stata tenuta, in lingua tedesca, a studenti presso la Facoltà di lingue dell'Università di Bologna, presso l'Istituto Goethe di Bologna, presso la "Filanda" dove due scolaresche sono state accompagnate dal loro insegnante di lingue.

A maggio è stato pubblicato il catalogo "Raccolta di manifesti pacifisti", contenente un cd-rom con l'elenco di tutti i 3600 manifesti catalogati al 30 giugno 2008.

A novembre, in quanto aderenti al Coordinamento regionale per l'accoglienza della 1^ Marcia mondiale per la pace e la nonviolenza, abbiamo allestito la mostra "Camminare per la pace" (esposta dal 9 al 13 novembre) e abbiamo contribuito alla pubblicazione del libro "Camminare per la pace - marce e cammini per la pace e la nonviolenza" in testo bilingue (italiano e inglese) e con 20 immagini della mostra.

Nel corso dell'anno è stata completata, con il contributo finanziario dell'Associazione "Percorsi di pace" e dell'Istituto Gramsci di Bologna, la scannerizzazione e digitalizzazione di 1024 manifesti dea parte della Coop. "Manifesta" di Bologna. I manifesti sono visibili sul sito www.manifestipolitici.it.

Nel corso del 2010

A febbraio, alla Casa per la Pace "La Filanda" è stata esposta la mostra "Camminare per la pace", con 56 manifesti suddivisi in 2 sezioni. Il 3 e 4 febbraio è stata presentata a Vicenza, all'Istituto Tecnico Industriale "Rossi", la mostra "50 anni di pace sui muri d'Europa"

A marzo, in occasione del "21 marzo lezioni di pace", la mostra "Camminare per la pace" è stata allestita presso tre istituti secondari di Casalecchio di Reno.

Sempre a marzo e poi ad aprile, alcune mostre, fra cui "Camminare per la pace", sono state richieste dall'Ufficio "Informa Giovani" del Comune di S.Giorgio a Cremano (NA)

A giugno è stata esposta a Grottammare (AP) la mostra "Tutti i diritti umani per tutti", a cura della Consulta per la fratellanza fra i popoli.

A ottobre è stata esposta ad Adrano (CT) la mostra "Camminare per la pace" , a cura del Comune.

A novembre, in collaborazione con "Percorsi di Pace", sono state organizzate alcune conferenze con la Prof.ssa Joyce Apsel dell'Università di New York, presso la British School di Bologna e a Casalecchio di Reno (BO).

Nel corso del 2011

A febbraio, alla Casa per la Pace "La Filanda" è stata allestita la mostra "Difendersi senza armi - La difesa civile non armata e nonviolenta". Per l'occasione Bernardo Venturi, direttore del Centro Studi di Difesa Civile di Roma, ha tenuto una conferenza sul tema.

All'università "La Pietra" di Firenze, sezione italiana dell'Università di New York, è stata allestita la mostra "Il seme della nonviolenza". Nel giorno della inaugurazione si è svolta una tavola rotonda sui contenuti della mostra cui hanno preso parte la Prof.ssa Joyce Apsel, il Prof. Alberto L'Abate e Vittorio Pallotti.

A marzo, alla Chiusa di Casalecchio di Reno, per iniziativa del Consorzio della Chiusa di Casalecchio e del Canale di Reno, sono stati esposti 10 manifesti sul tema dell'acqua.

Ad aprile, a Modena, per iniziativa del locale Gruppo Autonomo di Volontariato Civile (GAVCI), è stata allestita la mostra "Difendersi senza armi".

A maggio, partecipazione al 7° Congresso della Rete Internazionale dei Musei per la Pace, svoltosi a Barcellona. Tema del Congresso:"Il ruolo dei musei nella trasformazione di una cultura di guerra e violenza in una cultura di pace e nonviolenza". Vittorio Pallotti ha tenuto una relazione, in sessione plenaria, su "Un museo per la pace:immagini e temi dalla collezione di manifesti della Casa per la Pace". Acquisizione dalla sede bolognese dell'Unione Donne Italiane (UDI) di una cinquantina di manifesti dagli anni sessanta in poi.

A giugno, completamento della digitalizzazione di oltre 300 manifesti catalogati che hanno portato il numero complessivo dei manifesti a 4.144.

A settembre, pubblicazione della nuova edizione aggiornata del pieghevole di presentazione del CDMPI.

In occasione del 50° anniversario della Marcia per la Pace "Perugia-Assisi", nei locali del quartiere fieristico di Bastia Umbra (PG) ove si è tenuto il Convegno "Mille giovani per la Pace", è stata allestita la mostra "Camminare per la Pace - Marce e cammini per la pace e la nonviolenza". Il 25 settembre, giorno della Marcia, il CDMPI ha allestito un tavolo a S.Maria degli Angeli con vendita, fra l'altro, di cartoline riproducenti alcuni fra i manifesti più belli e significativi della Raccolta.

A novembre, alla "Filanda", in occasione della mostra fotografica su Ustica e le altre stragi degli anni Ottanta (2 agosto e Italicus), sono stati esposti 7 manifesti sullo stesso tema ad integrazione della mostra stessa.

Inizio del lavoro di pre-selezione e selezione dei manifesti per l'allestimento, nel febbraio 2012, della nuova mostra "Costruttori di nonviolenza".

Nel corso dell'anno, nell'ambito di una collaborazione con la Prof.ssa Joyce Apsel dell'Università di New York per la pubblicazione di un libro sui manifesti della "Filanda", Vittorio Pallotti ha completato la stesura di una cinquantina di schede a illustrazione e commento di altrettanti manifesti.

Nel corso del 2012

Nel febbraio 2012, per il ventennale della morte di due Grandi del pacifismo nonviolento - p. Ernesto Balducci e p. David Maria Turoldo - il CDMPI ha partecipato al ricordo di questi due profeti di pace con l’allestimento della mostra di manifesti “Costruttori di nonviolenza”. La mostra, inaugurata alla Casa per la Pace ‘La Filanda’, è stata arricchita da un opuscolo-guida di 40 pagine che riporta le schede biografiche dei 36 personaggi.

Ad aprile la mostra è stata esposta all’Università di Bolzano per iniziativa del Centro per la Pace di quella città.
Nello stesso mese di aprile, in occasione delle celebrazioni per l’anniversario della Liberazione, la mostra “Tutti i diritti umani per tutti” è stata esposta nello spazio ‘La Virgola’ presso la Casa della Conoscenza di Casalecchio di R. dal 20 aprile al 3 maggio.

Nel contempo, in primavera, è stato dato supporto alla dott.ssa Rossella Ropa, ricercatrice universitaria e collaboratrice dell’Istituto Storico della Resistenza di Bologna, per la realizzazione di una ricerca sulla storia del pacifismo bolognese dall’ultimo dopoguerra ad oggi.

Nel corso del 2012 il CDMPI ha collaborato, con Percorsi di Pace e il dott. Bernardo Venturi, direttore del Centro Studi Difesa Civile di Roma, nell’allestimento alla Filanda della mostra di un’artista colombiana.

Nel dicembre scorso, in occasione dell’apertura straordinaria dei locali della Chiusa di Casalecchio, il Consorzio del Canale di Reno ha esposto 5 manifesti selezionati dalla Raccolta.
Sempre nel dicembre 2012, su iniziativa di ‘Percorsi di pace’, la Raccolta dei manifesti si è arricchita di un nuovo importante strumento: lo scanner per la digitalizzazione dei manifesti e il loro inserimento in rete. Il migliaio di manifesti già scannerizzati nel recente passato dalla coop. ‘Manifesta’ (visibili sul sito ‘manifestipolitici.it’)saranno incrementati dagli attuali 4000 manifestiche aspettano il loro turno nelle cassettiere.

Il nostro Archivio ha inoltre consentito, con il suo utilizzo, le seguenti realizzazioni:
-tesi di laurea specialistica sull’obiezione di coscienza;
-opuscolo-guida di supporto alla visita della mostra ‘Costruttori di nonviolenza’;
-laboratorio sulla mostra ‘Costruttori di nonviolenza’ con studenti della 3.a Liceo di Casalecchio;
-selezione di manifesti per una mostra sul ‘2 giugno’;
-selezione di manifesti per una ricerca del prof. Francesco Pugliese di Rovereto sulla storia dei movimenti per la pace e per la preparazione di una mostra sullo stesso tema.

Nel corso del 2013

A gennaio-marzo preparazione e allestimento di una mostra di 28 manifesti sul tema “Educare alla pace”, in collaborazione con le scuole, il Comune di Zola Predosa (BO) e la locale sezione del Lions Club, in occasione della premiazione di elaborati grafici di alunni sul tema “Un poster per la pace”.
Ad aprile visita di Vittorio alla mostra itinerante “Abbasso la guerra – Persone e movimenti per la pace dall’800 a oggi”, organizzata a Trento da Francesco Pugliese per la diffusione dell’omonimo libro appena pubblicato dall’Autore.

A gennaio-giugno collaborazione con la dott.a Rossella Ropa, ricercatrice dell’Istituto per la storia della Resistenza e della società contemporanea nella Provincia di Bologna – ISREBO, per la redazione del primo libro sulla storia del pacifismo bolognese, poi pubblicato  e presentato al Tavolo provinciale per la Pace di Bologna nell’ottobre con il titolo “La possibile utopia – Per una storia dei movimenti pacifisti a Bologna nel secondo Novecento”. La Ropa ha dichiarato pubblicamente che, senza la possibilità di consultazione dell’archivio cartaceo della Filanda, la redazione del libro non sarebbe stata possibile.

Incontro con il dott. Bernardo Venturi, direttore del Centro Studi Difesa Civile – CSDC di Roma, per un progetto di lavoro sui manifesti con le università della Moldavia, da realizzarsi nel 2014.
Presentazione del libro ‘Attenta vigilanza’ di Andrea Maori alla Filanda. Il libro riporta e commenta le schedature dei movimenti per la pace e i diritti civili in Italia dal dopoguerra agli anni Ottanta.

Ad agosto-settembre visita e valutazione dell’archivio cartaceo della Filanda da parte del dott. Andrea Maori di Perugia e successiva visita della dott.ssa Xerri della Sovrintendenza archivistica di Bologna per l’eventuale designazione dell’archivio stesso ‘di notevole interesse storico’.

Ad ottobre. Il 31, ultimo giorno delle iniziative organizzate a livello provinciale dal Tavolo della Pace, nel corso della presentazione del libro della Ropa nella Sala consiliare della Provincia, vengono proiettati alcuni manifesti della Raccolta della Filanda sul tema del libro.  Nel corso del mese vengono allestite a Casalecchio, a cura dell’associazione ‘Percorsi di pace’, due mini-mostre di manifesti: alla Chiusa del Canale di Reno di Casalecchio (12 manifesti) e al Centro giovanile ‘Blogos’ (13 manifesti).
A settembre – novembre, organizzazione, in collaborazione con il Circolo ACLI ‘Giovanni XXIII’ di Bologna, della mostra di 56 manifesti “Manifestare la pace – 33 anni (1981-2013) di manifesti ACLI (e non solo) su pace (e dintorni). La mostra, prima del genere in Italia, è stata esposta al Centro Ri.E.Sco del Comune di Bologna, in Via Ca’ Selvatica e, successivamente, alla Sala dei Teatini della Chiesa dei SS. Bartolomeo e Giacomo di Bologna. Presentazione, in collaborazione con Percorsi di Pace e con Vittorio co-relatore, del libro di Francesca Canale Cama ‘La pace dei liberi e dei forti - La rete di pace di Ernesto Teodoro Moneta’.

A novembre incontro con Augusto Milana, assessore alla cultura del Comune di Gennazzano (FR), interessato, anche come ex-militante del Movimento Cristiano per la Pace- MCP, all’allestimento di una mostra di manifesti nel Castello Colonna di Gennazzano.

A dicembre inizio collaborazione con il Centro Studi e Documentazione ‘Sereno Regis’ di Torino per la preparazione della mostra "1914 - 2014: cento anni di pace, cento anni di guerra" per ricordare il centenario dello scoppio della I guerra mondiale.

Nel corso del 2014

Dal 29 ottobre al 7 novembre, esposizione a Bologna, presso la Sala dei Teatini della Chiesa di San Bartolomeo in Strada Maggiore, della mostra fotografica e documentaria "Abbasso la guerra - Persone e movimenti per la pace dall'800 ad oggi" curata dal Prof. Francesco Pugliese. Confortante il numero di visitatori (circa 400).

Martedì 9 dicembre alle 18, Presentazione del libro "Manifesti raccontano... le molte vie per chiudere con la guerra", scritto da Vittorio Pallotti e Francesco Pugliese, presso la Casa della Conoscenza a Casalecchio di Reno (BO), in Piazza delle Culture Via Porrettana 360.

Nel corso del 2015

Durante l''anno si sono realizzate varie Mostre itineranti
-Parma (9 manifesti che hanno accompagnato la mostra bolognese ‘Trame di Pace’)
-Bologna (‘Manifesti raccontano…le molte vie per chiudere con la guerra’, 34 manifesti)
-Perugia (stessa mostra)
-Sala Bolognese (stessa mostra)
-Aosta (‘Costruttori di nonviolenza’ (60 manifesti)
-Casalecchio di Reno. Mostre allestite alla Filanda:
-‘Difendersi senza armi-La difesa civile non armata e nonviolenta’, in occasione della titolazione della piazzetta e dei giardini di fronte alla Filanda alla Repubblica del Costarica, primo toponimo in tutta Italia con questo nome
-‘Ecologia-pace-ambiente’ (edizione ridotta), in occasione della visita alla Filanda di un gruppo di marciatori della ‘Roma-Parigi’ in vista della Conferenza ONU sul clima
-Mini-mostra di 7 manifesti in occasione della visita alla Filanda di un gruppo di giovani scout guidati da Maurizio Gentili)

Si sono inoltre svolte diverse altre attività
- aggiornamento del pieghevole CDMPI con l’edizione del trentennale (1985-2015)
-realizzazione del manifesto celebrativo “Seminare pace-30 anni di mostre CDMPI", a cura di Fiorella Manzini
-catalogazione di oltre 320 nuovi manifesti
-corrispondenza e incontri con il comune di Casalecchio
-inizio preparazione mostra sull’immigrazione
-partecipazione alla marcia di Libera a Bologna (marzo 2015)
-partecipazione al convegno “La guerra è follia” (dicembre 2015), organizzato dal Centro Gandhi e dal Comune di Monteleone di Puglia (Foggia) e successiva adesione al Progetto Unesco della Scuola di Pace e Campus universitario per la trasformazione nonviolenta dei conflitti
-accoglienza e guida al Centro Documentazione Pace della Filanda di una terza classe di un liceo di  Darmstadt (Germania)
-inoltre collaborazioni con:
- la Rete Internazionale dei Musei per la Pace-INMP per la pubblicazione sul notiziario della Rete di un articolo sul CDMPI
- l’associazione Percorsi di Pace per la scannerizzazione di un primo gruppo di manifesti
- ‘Pellegrini del Tauleto’, ‘La Montagna Incantata’, ‘Centro Studi Difesa Civile-CSDC’, Centro Gandhi di Pisa, ‘Arte Migranti’ di Bologna, Piero Pieraccini (coordinatore per l’E-R della Tavola della Pace), Campagna raccolta firme per la Difesa Civile,…