Radio 3 – PRIMA PAGINA Filo Diretto con il CDMPI (25/1/2018)

“Pronto?”. “Buongiorno”. “Mi chiamo Fiorella e sto telefonando da Bologna”.

“Io faccio parte di un'organizzazione di volontari che si chiama CENTRO DI DOCUMENTAZIONE  DEL MANIFESTO PACIFISTA INTERNAZIONALE”. ”Veniamo considerati dalla Rete dei Musei per la Pace come un Museo. Abbiamo delle grandissime cassettiere che contengono tantissimi MANIFESTI, che sono circa  5.000”. “Ora: perché io sono intervenuta ?”. ”Due o tre persone fa’, diciamo, video telefonate o SMS, un signore ha detto che non si sente chi progetta, chi propone, di eliminare la produzione di armi ”. “E questo sarebbe un deterrente, ovviamente molto importante, contro le guerre e contro gli attentati”. ”Ora, questo non è vero”. “I pacifisti vengono sempre poco…, diciamo: poco sostenuti dai Media, e io lo so perché lavoro in questo campo”.” Ora, per esempio, la settimana scorsa a Ghedi c’era una manifestazione attorno alla base militare di Ghedi: CONTRO LE ARMI NUCLEARI E CONTRO LE ARMI IN GENERE”.

Il giornalista del Manifesto che questa settimana conduce il Filo diretto di Prima pagina: “Ne abbiamo parlato i giorni scorsi grazie alla testimonianza di una ascoltatrice”.

Fiorella: “Questo mi è sfuggito”. “Però abbiamo visto che anche sui giornali non è passato! Anche sul Manifesto noi non ce ne siamo accorti che è stato scritto“.

Giornalista del Manifesto: ”Noi l’abbiamo fatto!”. “Le posso assicurare!”

Fiorella: “Allora, meglio”. “ Allora io vorrei fare presente all'opinione pubblica che, comunque, L’ESTATE SCORSA, ERA IL 7 LUGLIO 2017, ALL’ONU C’È STATA UNA RIUNIONE INTERNAZIONALE POICHÉ VOLEVANO PROMUOVERE LA MESSA AL BANDO DELLE ARMI NUCLEARI”.

Giornalista del Manifesto: “Senta, mi scusi se la interrompo, perché vorrei approfittare di lei per dirle… Mentre lei mi parlava sono andato velocemente nel sito internet del vostro CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DEL MANIFESTO PACIFISTA. C’è anche una  GALLERIA DI MANIFESTI molto bella. CONSIGLIO AI RADIOASCOLTATORI DI DAR LORO UN’OCCHIATA".                                                       “Qual è il manifesto più recente che tenete nella vostra collezione?"

Fiorella: “Ma guardi, intanto, LA MARCIA PER LA PACE DEL PRIMO GENNAIO”.

Giornalista del Manifesto: “Primo gennaio di quest’anno?”

Fiorella: “di quest’anno”.

Giornalista del Manifesto: “Perfetto”.”Dunque CI SONO ANCORA MANIFESTAZIONI”. "Chiuda pure la telefonata”. “Le dico qualcosa”. "Mi può ascoltare alla radio".

“Quanti anni sono passati? Tanti! Da quando il New York Times definì IL PACIFISMO,  IL MOVIMENTO PACIFISTA, LA SECONDA POTENZA MONDIALE". “E quando, nelle nostre città, nei balconi delle nostre città, vedevamo la BANDIERA ARCOBALENO DEL MOVIMENTO PACIFISTA”.

“E, anche da noi, c’erano GRANDI MANIFESTAZIONI FREQUENTI , GRANDI MANIFESTAZIONI PACIFISTE”. “Io ricordo, anche il mio giornale ne promosse una, qua a Roma, non tantissimi anni fa’". “Eppure LA SITUAZIONE [d’oggi]”. “NON possiamo parlare di un mondo pacificato”. “NO”. “Per nulla”. “La situazione [d’oggi]”. “LO SCENARIO DI GUERRE MONDIALI”. “LA GUERRA. LA  TERZA  GUERRA  MONDIALE   PER  PEZZI, per citare il citatissimo PAPA FRANCESCO”. “E, va avanti tranquillamente”.

“Il MOVIMENTO PACIFISTA: È PASSATO TOTALMENTE IN SECONDO PIANO”.

“Molto bella questa vostra iniziativa e grazie della testimonianza”. “E, ripeto, invito gli ascoltatori ad andare a vedere quanto meno, SUL SITO INTERNET, questa COLLEZIONE DI MANIFESTI PACIFISTI che mette insieme il CENTRO DI COCUMENTAZIONE DEL MANIFESTO PACIFISTA INTERNAZIONALE.                                  Lo trovate facilmente con una ricerca in Rete."

(Sbobinato da Concetto Valente, mattina 25/1/2018)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *